La scuola di Armando

Un documentario di Pappi Corsicato
sul pittore-pubblicitario torinese

Cinquanta minuti in musica e immagini per raccontare la vita di Armando Testa, il più importante pubblicitario italiano con la passione per la pittura, anch'essa di grande sensibilità e spessore.
‘Povero ma moderno' firmato da Pappi Corsicato è il titolo del documentario prodotto da Baires e Little Bull e distribuito da Rai Trade; è stato presentato nella sezione ‘Orizzonti' in occasione della 66° Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia. Il documentario è stato sostenuto dal Piemonte Doc Film Fund con il contributo supplementare della Film Commission Torino Piemonte.

Le immagini girate a Torino in Red raccontano la vita di un pubblicitario all'avanguardia con intuizioni geniali e al tempo stesso pregiato autore di arte contemporanea. Le immagini utilizzate da Corsicato per il documentario sono state scelte dalle Teche Rai, dall'archivio della signora Gemma De Angelis Testa e dalla Armando Testa spa.
Gli spot che hanno segnato un'epoca, le interviste ad Armando Testa, la pittura, le donne delle pubblicità in un mix con l'avanguardia creativa iniziata negli anni Cinquanta. Pappi Corsicato ha ricreato il mondo di Testa in cinquanta minuti di interviste restaurate, immagini girate ex novo e spicchi di spot che hanno fatto la storia della pubblicità italiana: da Caballero e Carmencita di Lavazza all'Olio Sasso, dalla Birra Peroni con Solvi Stubing a Papalla, all'ippopotamo Pippo creato appositamente per Lines.

L'immagine guida di ‘Povero ma moderno' è opera del fotografo Ferdinando Cioffi.

Pappi Corsicato - Biografia

Pappi Corsicato è nato a Napoli il 12 giugno 1960. Ha studiato Architettura. Nel 1980 si trasferisce a NewYork e studia danza e coreografia all’Alvin Alley Dance School, recitazione all’Accademia di Arte Drammatica, poi con Geraldine Barone membro dell’Actor Studio.
Nel ’90 gira il suo primo cortometraggio “Libera”, poi nel ’92 “Carmela e Aurora”, e compone così il suo primo film “Libera”, film ad episodi che partecipa nel ’93 al Festival di Berlino, dove riscuote un grande successo di critica nazionale ed internazionale e di pubblico.
Partecipa a svariati Festival e viene venduto in quasi tutto il mondo. Vince la Grolla d’oro, il Globo d’oro della Stampa Estera, il Nastro d’Argento e il Ciak d’oro. Nel ’95 il suo secondo film “I Buchi Neri” partecipa al Festival di Venezia nella sezione “Notti Veneziane” e viene invitato in molti altri festival internazionali. Nel ’97 partecipa al film collettivo con Martone, Captano, Incerti e De Lillo, “I Vesuviani” (la stirpe di Iana) che viene selezionato in concorso al Festival di Venezia. Nel 2000 mette in scena al San Carlo di Napoli l’opera lirica “Carmen”.
Nel 2001 gira “Chimera” selezionato per il concorso al Montreal Film Festival. Grolla d’oro per miglior fotografia, nel 2008 gira “Il seme della discordia” selezionato al Festival di Venezia in concorso. Dal 1994 ad oggi ha realizzato più di 40 video sull’arte contemporanea su artisti come Kounellis, Serra, Gilbert and George, Kapoor, Merz ed ecc., molti di questi hanno avuto riconoscimenti e premi a festival internazionali, e rassegne personali al Modern Tate Museum di Londra e al centre Pompidou di Parigi ed altri.

scarica il pdf